la strada del biologico calabrese

Perché Biologico

BIOCALABRIA

Prodotti alimentari biologici: in Germania la domanda supera l'offerta

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

In Germania tra il 2006 e il 2012 le vendite di alimenti biologici sono aumentate di oltre il 30 per cento. Per i prodotti biologici vengono spesi oltre 7 miliardi di euro l'anno; ogni tedesco spende in media 73,60 euro. La Germania, pur rimanendo dietro a Svizzera e Danimarca, è uno dei Paesi molto al di sopra della media europea, che si aggira attorno ai 28 euro. Una rapida crescita, di cui però sono gli altri a beneficiare.
Tra il 2000 e il 2012 la percentuale di terreni agricoli destinati all'agricoltura biologica è quasi raddoppiata, ciò nonostante rimane sproporzionata rispetto alla crescente domanda, che - come rivela uno studio dell'Università Rheinische Friedrich-Wilhelm di Bonn - riesce a essere soddisfatta solo grazie alle importazioni.

Leggi tutto...

 

CALABRIA VERDE, LA NUOVA AGENZIA REGIONALE PER GESTIRE, RAZIONALIZZARE E VALORIZZARE IL PATRIMONIO FORESTALE CALABRESE

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

La Regione Calabria, per favorire la coerenza tra le politiche di tutela della proprie risorse forestali e la loro valorizzazione economica, ha istituito l'Azienda Calabria Verde, Azienda regionale per la forestazione e per le politiche della montagna, ente pubblico strumentale. L'azienda sostituisce l'Afor (Azienda Forestale della Regione Calabria) e si impegna al riordino del settore della forestazione in Calabria.

Calabria Verde nasce grazie alla legge regionale 45/2012 "Gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio forestale regionale" legge che oltre ad regolare un riassetto degli enti che in Calabria si occupano delle politiche sulla montagna, riordinare le varie competenze ed eliminare gli aspetti di criticità dell'attuale sistema dispone anche la soppressione e la liquidazione delle Comunità montane entro il 31 dicembre 2013.

Leggi tutto...

 

Il biologico che fa bene all'ambiente

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

I terreni gestiti biologicamente presentano una maggiore capacità di trattenere acqua, con conseguente miglior rendimento in condizioni climatiche di scarsità di precipitazioni. È quanto emerge dallo studio intitolato «Enviromental Impact of different agricultural management practices: conventional versus organic agriculture», apparso sulla rivista «Critical reviews in plant sciences», realizzato dai ricercatori guidati dal professor Maurizio Paoletti del Dipartimento di Biologia dell'Università di Padova in collaborazione con l'Università di Cornell, Usa. Secondo la ricerca i sistemi di agricoltura biologica presentano inoltre una maggiore biodiversità sia vegetale che faunistica rispetto ai sistemi convenzionali.

Leggi tutto...

 

Premiato il Consorzio delle produzioni agrobiologiche calabresi

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

Il Consorzio Medea, Mediterranean Ecological Alimentation è stato premiato con una menzione speciale nella prima edizione del concorso "Le stelle del bio", organizzato da MIPAAF ed ISMEA per premiare le migliori iniziative di comunicazione delle aziende biologiche italiane.

Ieri 20 Maggio 2013 a Milano nell'ambito della manifestazione TuttoFood/ BtoBio Il Consorzio Medea ha ricevuto una menzione speciale per il lavoro di promozione svolto sul biologico calabrese, nell'ambito del concorso "Le stelle del bio" il quale è stato ideato con l'intento di valorizzare le iniziative che, nel promuovere uno specifico prodotto o marchio commerciale, hanno saputo trasmettere un messaggio utile alla diffusione e alla conoscenza di tutto il biologico italiano.

Leggi tutto...

 

Vino: per il 5% degli acquisti è bio

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

In un quadro complessivo difficile per l'intera economia italiana, si segnala un settore in controtendenza: quello del vino biologico. E' quanto emerge da una nota dell'Osservatorio Wine Monitor di Nomisma secondo cui le superfici investite a vite biologica sono salite del 67% tra il 2003 e il 2011 e l'Italia, negli Stati Uniti, è il terzo 'player' nel segmento dei vini bio con una quota del 13% sui vini importati. In Italia – viene osservato ancora – "il 6,5% degli ettari vitati è biologico (secondo posto al mondo dietro l'Austria: 8,6% e a fronte di una media mondiale del 2%) e in valore assoluto quasi 53.000 ettari vitati è bio". Secondo

Leggi tutto...

 

Pagina 2 di 3

plane srl